Grafico Pay Per Click

Grafico Pay Per Click

Stabilizzazione, ma c’è di più per le prestazioni

Una delle più semplici metriche di marketing on-line da tracciare è la percentuale di clic,-  in declino da anni. Come molti riconoscono l’importanza di altre misure nel determinare il successo delle campagne online nel tentativo di catturare gli effetti del branding, nonché della risposta diretta della pubblicità , sempre meno utenti del web cliccano su sempre meno annunci.
Sulla base di dati longitudinali da ad un fornitore di soluzioni digitali MediaMind , tuttavia, questo declino sembra essersi fermato. L’analisi della società  dei dati dal luglio 2006 a luglio 2010, dimostra che il tasso annuale medio di clic sembra essersi stabilizzato, al 0,09%.

Secondo ” Standard-Non-Standard Risultati Banner “, è stato il successo degli annunci display on-line che ha causato l’inizio del calo del numero di clic.  Quando gli utenti hanno visto gli annunci sempre più attraverso internet, molti hanno continuato a cliccare, ma non abbastanza per tenere il passo con il numero di annunci in espansione. Il tasso di click-through è sceso costantemente fino al raggiungimento di un equilibrio.

“Le nuove deduzioni sono un segnale incoraggiante per gli inserzonisti”, ha detto Gal Trifon, CEO e co-fondatore di MediaMind, in una dichiarazione. “Sebbene il CTR sia solo una misura parziale del successo online, il livellamento dei CTR indica che la pubblicità  online ha raggiunto un livello di maturità  e che gli inserzionisti sono diventati più sofisticati per attirare l’interesse degli utenti ‘.”

Lo studio fornisce anche ulteriori prove per soccorrere il marketing del marchio che vuole misurare più di un semplice clic per determinare gli effetti delle sue campagne. Solo il 20,4% delle conversioni avviene dopo aver cliccato su un banner pubblicitario. Invece, la grande maggioranza di successo avviene tra gli utenti Internet che vedono l’annuncio ma non lo cliccano, e che si è convertito in un momento successivo.

La relazione raccomanda agli inserzionisti di guardare agli annunci sofisticati, come quelli con l’ottimizzazione automatica di creatività , di fare attenzione ai posizionamenti e approfittare del riorientamento per le campagne di display di successo.

Per il momento non ci sono post correlati.

Tags:

Leave a Reply

You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>